Migliori oli per capelli 2018

Cosa sono gli oli per capelli?

Avete mai sentito parlare di olio per capelli? Io parto dal presupposto che ognuno di noi dovrebbe usare olio per capelli e con qualsiasi tipo di capello. Infatti è bene avere sempre un olio per capelli ricci, un olio per capelli secchi, un olio per capelli crespi così che si possa curare lo stress per il capello o che si possa parlare di prevenzione quando cambia la stagione e da quella primaverile si passa al caldo estivo o al contrario inizia la stagione ventosa che schiaffeggia i capelli sfibrandoli. Questo articolo sarà in grado di trovare il miglior olio per capelli, anche se il miglior olio per capelli per noi sarà quello in grado di migliorare, in maniera evidente i nostri capelli. Noi dovremmo sapere un bel po’ di cose sugli oli essenziali per capelli, così come dovremmo sempre portarci dietro un olio protettivo per capelli o un olio solare per capelli. Le informazioni che vi darò saranno in grado di farvi scoprire il miglior olio per capelli rovinati, quello che avrà il principio attivo per essere il miglior olio per capelli rovinati che fa al caso nostro. Noi cerchiamo anche di trovare il miglior olio per capelli crespi e tutte le opinioni relative a questo o a quel tipo.

olio per capelliQuello di cui vogliamo parlare oggi è che i capelli, soprattutto se sono rovinati, sono un problema davvero molto comune. Quello che rende i capelli secchi e fragili è l’uso delle piastre, di phon troppo caldi, di prodotti che fanno male ai capelli (come le tinte o quei fissanti). Ma può stressarli molto anche il sole o un nostro stato di nervosismo, una cattiva alimentazione o anche l’inquinamento atmosferico. E quello che i nostri capelli devono subire è sempre molto difficile da prevedere. Quelli che sono capelli che sono rovinati sono capelli che non hanno più salute, non hanno né morbidezza né brillantezza e noi dobbiamo pensare a tutta una serie di rimedi che possono essere tutti molto naturali per nutrire e rinforzare la chioma, sempre non dimenticando una serie di accorgimenti a cui non possiamo non pensare e non fare a meno. Prima di parlare di oli più o meno naturali mi piacerebbe parlare di quali sono le cause del danneggiamento e quelle che sono le tipologie differenti di cui andremo a specificare le ragioni.

I capelli che si rovinano spesso sono capelli che hanno perso cuticole intatte, l’aderenza delle squame, non sono più lucidi, non sono più elastici. Quando i capelli sono sani i capelli sono facili da pettinare e, soprattutto, sono integri dalla punta alla radice. I capelli quando non stanno bene sono visibilmente rovinati, soprattutto in zone diverse e con danni differenti come differenti sono le cause. I capelli rovinati, quindi, possono essere ruvidi, possono essere opachi, molto difficili da pettinare e senza nessuna cuticola. Questo tipo di problema nasce quando ci troviamo davanti a un capello secco o a un capello foto-ossidato, cioè un capello che ha perso vigore e lucentezza. I capelli che sono sfibrati sono quelli che hanno avuto un problema di struttura proteica che si è modificata, quindi il capello è diventato sensibile a quelle che sono le aggressioni che provengono dall’esterno. Un po’ per stress, perchè può essere un problema psicologico a creare scompensi fisici più o meno evidenti.

Anche il phon rovina moltissimo i capelli: se viene usato spesso e troppo caldo il capello si disidrata, perdendo il proprio equilibrio e quindi elettrizzandosi parecchio. Il vero problema, quello più frequente, sono però le doppie punte che rendono i capelli aridi e sdoppiati, veramente brutti da vedere.

Allora è arrivato il momento di pensare di comprare un olio che sia davvero perfetto per i nostri capelli? Devo ammettere di sì.

Perché le persone dovrebbero usare oli per capelli?

Siamo giunti alla conclusione che i capelli si rovinano, molto spesso, a causa di alcuni nostri trattamenti parecchio aggressivi che rovinano il fusto del capello. Allora se vediamo che i nostri capelli stanno davvero soffrendo sarebbe meglio pensare di sospendere ogni tipo di trattamento che li stia danneggiando. Quindi basta con le tinture che sono chimiche, con le decolorazioni che tendono a spezzare i capello, a quei trattamenti per lisciarli o per renderli ricci come le permanenti. Amate il vostro capello al naturale, finché non torna come era prima.

Quello che mi va di dire è che i capelli vanno trattati bene, con una certa dolcezza. Quindi i capelli vanno lavati già bene, perché i capelli da bagnati sono più fragili di quando sono asciutti, quindi vanno frizionati e asciugati con calma e non con una certa violenza. Non strofinateli quando vi passate lo shampoo, al massimo fate un massaggio delicato. E poi tamponate il tutto con un asciugamani, senza strizzarli. Lo shampoo, poi, non va fatto troppo spesso, va fatto massimo due volte a settimana. Infatti va lasciato il tempo al cuoio capelluto di produrre sebo che è una sostanza che riveste i nostri capelli e li protegge alla grande. Se li laviamo troppo spesso non permettiamo al sebo di formarsi e quindi i capelli sono più fragili. Anche il balsamo è decisamente interessante da usare e parecchio importante, perché rende i capelli morbidi e idratati. Bisogna dire che la parte che più ci interessa è proprio quella delle punte che si seccano spesso e poi si spezzano o si sdoppiano. Non appesantite i capelli con troppo balsamo, che poi li sporca subito. Anche il phon va usato con parsimonia, sarebbe bello farli asciugare all’aria aperta. Ma visto che questo non è sempre possibile sarebbe bene lasciarlo sempre non troppo caldo a lavorare vicino ai nostri capelli. I capelli sono già rovinati ma possiamo dire che c’è ancora più rovina nell’usare spazzole con le setole di plastica che spezzano, tirano e danneggiano i capelli ancora di più. Sarebbe bene usare un pettine con i denti larghi e cercate sempre di non tirare i capelli o non usate mai la forza per staccare i nodi. Quello che dovreste sempre ricordare è che la dolcezza è la chiave di tutto e che l’importante è partire dal basso per poi risalire verso l’alto utilizzando spazzole con setole di cinghiale. Quelle che sono fibre naturali donano grande lucentezza ai capelli, anche ai più spenti.

I capelli si possono rovinare anche a causa di una coda di cavallo troppo stretta. E se facciamo spesso le extension può essere che queste facciano male ai capelli. Bisogna fare in modo che i capelli siano liberi, questo sia chiaro.

Prima di parlare degli oli devo dire che ci sono altri rimedi naturali per i capelli, anzi andrebbe fatto sempre, almeno una volta ogni due settimane, con prodotti che forse avrete già in casa. Quello che sembra faccia molto bene ai capelli è il burro di karité, perché aiuta il capello a ricostruirsi dopo dei trattamenti che definire aggressivi è poco. Questo è il prodotto perfetto per chi ha i capelli secchi e basta applicarne davvero pochissimo sulle punte per stare decisamente bene. Va benissimo anche l’aloe per i capelli che sono rovinati, va detto che è sia lenitivo che idratante, soprattutto se i capelli sono tinti o decolorati. Ottimo anche l’aceto di mele che serve per ritrovare robustezza e forza. E’ perfetto per chi ha i capelli grassi perché è grande nell’eliminare il problema della forfora. La cosa forse più inquietante ma anche molto buona è spalmarsi un po’ di maionese sui capelli. Sia uovo, che aceto e olio, come vedremo poi, fanno molto bene ai capelli.

A questo punto mi piace parlare dell’olio. E dell’olio più famoso, cioè l’olio di cocco. L’olio di cocco è fantastico, è emolliente e al tempo stesso riesce a non appesantire i capelli. La lunghezza sarà la strada per l’applicazione e da subito il capello riprenderà vita.

Un altro rimedio naturale che forse non vi aspettereste è proprio l’avocado, un frutto pieno di vitamine, di minerali e di grassi che dà grande lucentezza ai capelli. Se lo mettete lì con un uovo e applicandolo sui capelli bagnati è chiaro che i risultati darà. Anche il burro quello vaccino è ottimo per i capelli secchi o fragili. Se lo si mette in posa sui capelli e lo si lascia mezz’ora sarà perfetto per nutrirli prima di risciacquarli bene. Ultimo rimedio a cui va data una chance è certamente il tè che dopo lo shampoo aiuta a mantenere e a migliorare quello che il colore naturale dei vostri capelli. Infatti se la camomilla è perfetta per i capelli biondi, il tè nero va bene sia per le more che per le nere. Mi permetto, ora, di andare un po’ più sul complicato consigliandovi una di quelle maschere fatte in casa che servono davvero a migliorare la qualità dei capelli. Devo dire che se avete comprato già argilla, aceto di mele, olio di cannella e olio di semi di lino sarà già perfetto così. Basta un cucchiaio di argilla bagnata con l’aceto in un contenitore e poi poche gocce di olio di semi di lino, che è uno di quelli che sono molto nutrienti per i capelli. Poi qualche goccia di olio alla cannella ed è perfetto così. I capelli bagnati sono indicati per questo tipo di composto, quindi sciacquateli prima e poi lasciate il composto in posa e risciacquate sempre con acqua abbondante. Questo tipo di maschera andrebbe fatta circa una volta a settimana e poi se i capelli sono molto secchi anche un paio di volte.

Di quali ingredienti sono costituiti gli oli per capelli?

Gli impacchi che si preparano per i capelli sono davvero tantissimi e questo tipo di impacchi ha sempre qualcosa a che fare con il nostro ingrediente principale: l’olio. Quelli che possiamo preparare a casa sono davvero incredibili, stiamo parlando di un impacco molto bello per togliere il crespo e la secchezza che è olio di oliva e olio di rosmarino. Basta prendere un 30 millilitri di olio di oliva che è molto nutritivo e poi 10 gocce di olio di rosmarino che ha un effetto rinforzante. Comunque mescolate i due oli e poi mettete il liquido sui capelli bagnati o umidi e lasciate in posa per almeno un’ora prima di fare lo shampoo. Questo va benissimo almeno una volta a settimana. Un altro impacco davvero fantastico è un impacco con il miele e con i semi di lino. Questo è sia ristrutturante che nutriente perché c’è il lino e anche molto ammorbidente e riparante grazie al miele. Bastano 20 ml di olio di lino e un cucchiaio di miele. Sempre sui capelli umidi è bene lasciarlo agire circa mezz’ora per poi poter procedere con uno shampoo normale. Questo è un trattamento che va fatto una volta alla settimana almeno.

Ma adesso parliamo anche di altri oli per capelli, così da avere la possibilità di conoscere anche altri tipi di olio per capelli:

  • olio di argan
  • olio di amla
  • olio di cocco

L’olio di argan può essere usato sia in cucina che in cosmesi, parliamo di un prodotto che può essere usato come condimento ma anche per aggiustare i nostri capelli malandati. Parliamo di un olio che deriva dall’albero di argan, che è ricco di proprietà e viene detto anche albero della vita. Questo tipo di pianta si trova in Marocco ed è proprio lì che viene coltivato, grazie alle favorevoli condizioni climatiche.

L’olio di amla non è conosciutissimo in Italia ma è molto famoso nella medicina ayurvedica e in INdia. L’amla aiuta i capelli a riprendere un aspetto più sano, soprattutto per chi ha dei capelli naturali e belli specie dopo tinte e trattamenti veramente asfissianti. Pieno di vitamina C rende i capelli lucenti e voluminosi.

olio capelli

L’olio di cocco è splendido per i capelli secchi, quelli aridi, quelli sfibrati. Bisogna dire che serve a rafforzare i capelli in una maniera evidente perché il tipo di lucentezza che ne viene fuori è davvero pazzesca, grazie all’acido caprico e all’acido laurico con tanti grassi saturi che combattono la forfora. In inverno molto probabilmente l’olio si solidificherà e sarà bene conservarlo fuori dal frigo. Basta scioglierlo tra le mani e poi posarlo sui capelli. Va detto che questi oli da usare come impacco sono molto semplici, infatti parliamo di capelli umidi o bagnati perché da asciutti si potrebbe peggiorare la situazione rendendo i capelli ancora più sfibrati. Questo tipo di impacco va usato sia sulle lunghezze, sia per rendere più corposi i capelli. Parliamo di pellicole trasparenti per potenziare l’efficacia dell’olio con il calore, possiamo usare il phon a bassa temperatura o avvolgere tutto in un asciugamano. Bastano 10 minuti o anche tutta la notte. Molto importante che i capelli siano bagnati perché da asciutto il risultato è davvero pessimo, parliamo di capelli più secchi, davvero molto più indeboliti. L’acqua crea una sorta di barriera tra l’olio e i capelli, quindi l’olio non penetra nei capelli ma funziona solo sulla loro superficie.

Tra questi 3 quello che si toglie via più facilmente è proprio quello di argan, è bene, infatti immaginare sempre il momento in cui togliamo via l’olio dai capelli nella maniera più semplice e senza metterci poi litrate di shampoo e balsamo che anche fanno male al cuoio e ai capelli stessi.

Fascia di prezzo media degli oli per capelli

Come tutte le volte che ci troviamo a parlare di prodotti che possono essere scadenti o meno dobbiamo essere consapevoli del fatto che gli oli per capelli hanno dei prezzi decisamente differenti. Non voglio fare l’esperta commerciante, e forse non lo sarò mai nella vita, ma è chiaro che se scegliamo un prodotto di marca di una nota casa cosmetica o scegliamo l’olio di oliva del droghiere sotto casa i prezzi saranno molto diversi. Infatti si può passare da pochi euro a centinaia di euro nel giro di pochissimo. E questo è quello che dobbiamo decidere noi per i nostri capelli, se continuare con il prodotto scadente o acquistare qualcosa di unico, di straordinario, di super bio. Perché, come ben sapete, i prodotti bio costano un bel po’ di denaro e non sarà mai una cattiva idea, a mio avviso. Anche perché non stiamo parlando di un tappetino per la porta ma di un prodotto che va sui nostri capelli e, come mi piace pensare, quando si tratta di comprare qualcosa per il nostro corpo e per i nostri figli non credo dovremmo solo pensare a pagare di meno.

In quali situazioni gli oli per capelli sono i più utili?

Gli oli servono a nutrire i nostri capelli stanchi e rovinati. Io stessa, che io ho capelli ricci e sottili, so benissimo cosa significhi trascurare un po’ i capelli e perderne a centinaia e avere sempre i capelli spenti nei periodi di stress. Perdere tempo nel curare i propri capelli significa prendersi del tempo per curare la propria persona, che di certo male non fa, anzi è una di quelle cose che serve per migliorare la propria autostima. Poi, una chioma abbondante e lucente fa sì che ci sia un biglietto da visita in più per la nostra persona, anche solo per noi stessi.

Vantaggi e svantaggi dell’utilizzo di oli per capelli

Gli svantaggi, quando si tratta di cosmesi, sono generalmente due: o compriamo prodotti scadenti o non siamo bravi nell’applicarli. Quindi alla fine combiniamo le due cose e ci troviamo con dei capelli che stanno peggio di prima. E questo non è un problema da sottovalutare perché stiamo parlando di un modo differente di pensare ai nostri capelli, cercando di curare una chioma danneggiata da agenti esterni e da prodotti sbagliati. Ma mi raccomando di non usare troppo prodotto, di non usare il prodotto sui capelli asciutti, di risciacquare bene il prodotto. E non c’è nulla di meglio che fare le cose per bene. Il vantaggio è quello per cui avremo sempre dei bellissimi capelli puliti e lucenti, finalmente robusti. E questo è impagabile, soprattutto dopo periodi di stress che non sono in grado di far riprendere i nostri capelli e di nutrirli abbondantemente.

Come scegliere un olio per capelli?

Credo che nella vita ci sia sempre bisogno di prendersi un po’ di tempo per scegliere quelli che sono i prodotti più giusti per noi. E non c’è nulla di meglio da fare che prendere notizie e leggere articoli informativi come questi per rendersi conto di quale sia il prodotto che rende al meglio su di noi. A volte, la maggior parte delle volte, noi pensiamo di dover comprare cose che abbiamo un prezzo basso. E so benissimo che è così perché è così che ragiona la gente. Ma noi dobbiamo imparare a non essere la gente e dobbiamo imparare a pensare di essere più attenti degli altri nello scegliere cosa davvero ci serve. Infatti è sempre bene parlare di prodotti dopo aver preso, appunto, notizie e informazioni, grazie al fatto che stiamo sfruttando la tecnologia nel modo giusto, prendendo quello che serve per imparare qualcosa on line e utilizzandolo per comprare il prodotto più giusto. Non abbiate paura di lanciarvi nell’internet e di usare internet per accumulare conoscenza, ci aiuterà nella vita molto più di quanto voi pensiate.

Suggerimenti sull’utilizzo di oli per capelli

Mi raccomando di mantenere sempre un profilo basso perché è bene imparare a conoscere al meglio ciò che utilizziamo per i nostri capelli per far sì che gli impacchi che usiamo possano essere considerati davvero perfetti per la nostra chioma. Non voglio dire che stiamo parlando di attenzione al millilitro ma non esageriamo con gli oli, con ciò che stiamo usando se non ne sappiamo abbastanza. Seguiamo le ricette così non avremo paura di fare peggio di quello che ci serve. Allora è bene imparare a conoscere bene la nostra persona e quelli che sono i prodotti che usiamo per migliorare la nostra persona così non incapperemo in brutte sorprese che derivano dall’idea di dover risparmiare per forza.